Vai al contenuto

Analisi Complete del Sangue

analisi del sangue complete

Tutti prima o poi hanno fatto almeno una volta nella vita le analisi complete del sangue e le analisi cliniche delle urine. 

Si tratta di esami di routine, che molto spesso vengono effettuati per fare un check up sullo stato di salute generale di un soggetto, o quando si sospetta la presenza di malattie, di scompensi o problemi

L’analisi del sangue è una tecnica diagnostica medica attraverso la quale è possibile valutare i parametri ematici del paziente, evidenziandone lo stato di salute. 

Le analisi complete del sangue consentono al medico di valutare nello specifico la funzionalità di determinati organi e apparati, dovrebbero essere eseguite periodicamente per tenere sempre sotto controllo il proprio stato di salute.

Cosa sono le analisi complete del sangue?

Le analisi complete del sangue sono un esame che consiste nel prelievo di una minima quantità di sangue (in genere a livello dell’avambraccio). Il laboratorio, in seguito, effettua le analisi cliniche sul campione.

Questo esame va in genere svolto al mattino e a digiuno, in modo da evitare che l’assunzione di alimenti possa in qualche modo alterare i valori.

Dai risultati delle analisi cliniche del sangue (che possono essere più o meno complete, a seconda della prescrizione medica) è possibile valutare se siano presenti uno o più valori che superano le soglie di riferimento e, sulla base di questa evidenza, approfondire poi la questione svolgendo altri esami più mirati e accertamenti diagnostici.

analisi periodiche del sangue
controlli ematochimici

Le analisi cliniche delle urine sono anch’essi esami spesso richiesti dal medico di base, sempre nell’ottica di individuare se dalle urine del soggetto siano presenti valori sospetti o che si discostano dalle medie di riferimento.

Dalle analisi visive, chimiche e di laboratorio delle urine ad esempio, è possibile individuare potenziali patologie come la nefrite, diabete, oppure la presenza di infezioni. Prima dell’esame è essere a digiuno e raccogliere l’urina del primo mattino (che è più concentrata).

Non bisognerebbe svolgere attività sportiva intensa e curare l’igiene personale per non comportare il rischio di contaminazione. Per le donne, è bene attendere la fine del ciclo mestruale prima di procedere alla raccolta del campione.

Come abbiamo accennato, in genere le analisi cliniche delle urine e del sangue sono svolte dietro raccomandazione medica.

Infatti se il medico curante sospetta la presenza di alcune patologie o disturbi, uno dei primi esami generici che viene svolto è proprio quello di sangue ed urine.

Molte patologie hanno infatti un impatto su questi elementi e fanno registrare un discostamento dai valori di riferimento, permettendo di effettuare successivi esami diagnostici più mirati ed approfonditi, a seconda delle evidenze emerse.

Cosa comprendono le analisi complete del sangue?

Le analisi complete del sangue devono sempre essere prescritte dal medico di base o da un medico specialista, che conosce il quadro clinico del paziente. 

Però. è possibile anche eseguire di propria spontanea volontà, analisi complete del sangue periodiche in completa autonomia

Ma cosa comprendono le analisi complete del sangue?

Come si effettua un esame del sangue?

Il prelievo per le analisi complete del sangue è un esame veloce che prevede l’aspirazione attraverso un’ago di piccole dimensioni, di una vena al livello dell’avambraccio, di una piccola quantità di sangue, variabile in base alla tipologia e alla quantità di analisi da eseguire.

Solitamente, per le analisi complete del sangue viene richiesto il digiuno nelle 8 ore precedenti il prelievo, ma in casi particolari o di urgenza, il medico può effettuare l’esame anche quando il digiuno non è possibile. 

Quali sono i costi per un analisi complete del sangue?

Gli esami clinici vengono in genere prescritti dal medico curante o dallo specialista, ma possono essere svolti anche in regime privatistico. 

Questi esami possono essere svolti negli ospedali (che hanno appositi laboratori per il prelievo e l’analisi dei campioni) oppure presso centri privati, convenzionati o meno con il Sistema Sanitario Nazionale.

A seconda della presenza o meno di una prescrizione medica, e del luogo dove si fanno questi esami, si possono avere dei costi differenti.

In genere il 95% delle prestazioni ambulatoriali costa comunque meno di 50 euro. Ad esempio, in media:


  • Per le analisi del sangue senza ricetta (emocromo) il costo è in genere da 5 a 10 euro: il valore sale, se si aggiungono altri esami.

  • Per gli esami del sangue completi in ospedale, può essere dovuto il pagamento del ticket, secondo i prezzi di riferimento della propria ASL. Per le donne in gravidanza, per la diagnosi precoce di alcuni tumori, in caso di invalidità, per chi è affetto da HIV, o per speciali condizioni di reddito, età e condizione sociale, può non essere dovuto il pagamento del ticket (il cui costo massimo è 36,15 euro) in ospedale.

  • L’esame delle urine senza ricetta ha un costo medio di 5-10 euro.

  • L’esame delle urine con la ricetta ha un costo medio di 2 euro.

Le analisi complete del sangue aiutano a prevenire problemi e patologie. Inoltre, è possibile verificare alcun carenze nutrizionali, disfunzioni epatiche e renali, un colesterolo cattivo ai limiti di guardia e molto altro. 

Le analisi complete del sangue ci aiutano inoltre a capire:


  • Monitorare la generale condizione di salute.

  • Controllare se alcuni organi interni funzionano nella maniera corretta.

  • Verificare se è presente un infezione in atto.
Email
Chatta